,

LA NATUROPATIA

La naturopatia è un insieme di pratiche di medicina alternativa, che utilizza prodotti naturali e non utilizza rimedi chimici di sintesi.
Le leggi fondamentali in naturopatia sono poche ma ben chiare:

 

Primum non nocere: prima di tutto non far del male alle persone in nessun modo, ma fornire il sostegno più efficace con il minimo rischio.

Vis medicatrix naturae: promuovere l’auto-guarigione dell’organismo stimolando la forza vitale naturale.

Tolle causam: rimuovere le cause della malattia, piuttosto che sopprimerne i sintomi.

È importante rispettare le leggi che regolano il nostro corpo.
Essere attenti alla singola persona e non solo alla sua malattia
al riequilibrio energetico.
Ad una alimentazione equilibrata e naturale.
E a favorire la disintossicazione dell’organismo da tossine fisiche ed emotive.

Questo è quello che un naturopata dovrebbe fare e inoltre la persona che gli si rivolge dovrebbe essere consapevole della scelta salutare che sta per intraprendere e non fermarsi alla risoluzione del sintomo anche perché il nostro corpo ci manda dei messaggi importanti attraverso i sintomi e sopprimerli senza lavorare sulla causa spesso è una soluzione che comporta in seguito altri sintomi, altre malattie.
Per esempio perché e a cosa serve la febbre?
La febbre è un aumento della temperatura corporea, non è una malattia, ma un sintomo e prima di abbassarla è necessario comprendere perché c’è la febbre. Il nostro corpo ha una reazione ad una infezione, virus o quant’altro e per bruciare le tossine dannose alza la temperatura. In caso di presenza di febbre è importante capirne la causa prima di allarmarsi ed evitare di intervenire quando la temperatura non genera preoccupazione.
Un altro aspetto interessante è lo studio su ogni persona delle caratteristiche fisiche in rapporto all’umore e questo aspetto aiuta molto a comprendere quante interazioni ci sono fra la nostra mente, il nostro corpo e il nostro fisico.

Le emozioni sono una normale reazione del nostro essere agli eventi esterni entro i limiti normali, le emozioni non causano alcuna malattia o debolezza nel corpo. Ma quando le emozioni diventano incontrollabili allora possono provocare effetti anche agli organi interni. Si trova questa spiegazione anche in comuni modi di dire come nel caso di una persona particolarmente irosa la si definisce “fegatosa” o nel caso di un evento che non accettiamo si dice che quella cosa o persona “ci è rimasta nello stomaco”.

Questa per oggi è una premessa su cosa è la naturopatia, certo non è tutto qui, ma sono le basi e se vi piace l’articolo, se volete chiedere qualcosa o dare dei suggerimenti che potrei trattare, vi ringrazio fin d’ora.

 

D.ssa Margherita Buggero

 

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo sui social!